L’obbiettivo principale di ogni startup fino a poco tempo fa, era quello di incontrare i favori di qualche grosso fondo di VC che iniettasse una quantità enorme di liquidità nella piccola azienda.

Lo scopo principale di questi soldi è sempre stato quello di accelerare i tempi di allargamento sul mercato dell’azienda sia per battere la concorrenza che (in molti casi) per approfittare più velocemente di eventuali buche legislative sulle quali la startup faceva leva.

Eppure, da parecchio tempo, i fondi di VC non sono più la fonte di sostentamento e di crescita preferita da parte delle giovani e piccole compagnie che grazie ad altri strumenti di finanziamento collettivo o anche ad altre tipologie di investimento basate sui dividendi, stanno cercando nuovi lidi.

Il tutto, sembra, con l’interesse dei venture capitalists.

We’re not anti-V.C. We’re just thinking for ourselves, rather than for them or other peers. [Link]


Carmine Bussone

Carmine Bussone è passato dai modesti ma dignitosi tasti di un Vic 20 all'occuparsi, quasi quarant'anni dopo, di IT e sicurezza informatica per le aziende. Dopo aver pubblicato qualche racconto su inutile, decide di usare anche le sue conoscenze professionali per diffondere quello che hanno di interessante da dirsi tecnologia e cultura. Spera, sempre e per tutto ciò a cui si dedica, di fare un buon lavoro.