Recode si trasferisce del tutto in Vox

by Matteo Scandolin

Recode e Vox stringono una partnership molto forte. Son contento che Recode non smetta di esistere ma anzi – pare – verrà rilanciato: tra i vari siti di news tecnologiche nati nell’ultimo decennio, è quello che mi piace di più (The Ouline ha ogni tanto dei pezzi clamorosi, ma lo trovo illeggibile; Verge è diventato un contenitore infinito, con cose interessantissime perse in un mare di fuffa). In più, come si può non amare Kara Swisher?

Let me be clear, for those who enjoy heedless media speculation: The Recode brand remains the same; the Code conferences remain the same; the podcasts remain the same; the television specials we do with MSNBC remain the same. And I am not going anywhere either, because Recode has allowed me — whatever the medium — the great gift of being able to do what journalists are supposed to do. Which is to say, to use an old journalism bromide: Afflict the comfortable and comfort the afflicted. [link]


Matteo Scandolin

È nato a Venezia nel 1982, vive a Milano. Scriveva racconti, poi s'è accorto che si divertiva di più ad aiutare gli altri a scriverli. Ogni tanto aggiorna il suo sito, Grandi speranze. Assieme a un altro paio di amici ha fondato inutile nel 2005. Su Twitter è matteoscandolin.