Come WhatsApp ha distrutto un villaggio

by Matteo Scandolin

Sembra esattamente la stessa cosa che è successa in Myanmar grazie a Facebook.

Hours after a mob of villagers beat five strangers to death over a rumor on WhatsApp, nobody wanted to clean up the blood: There was just too much of it. [link]


Matteo Scandolin

È nato a Venezia nel 1982, vive a Milano. Scriveva racconti, poi s'è accorto che si divertiva di più ad aiutare gli altri a scriverli. Ogni tanto aggiorna il suo sito, Grandi speranze. Assieme a un altro paio di amici ha fondato inutile nel 2005. Su Twitter è matteoscandolin.