#BreakingMyTwitter, spiegato bene

by Matteo Scandolin

Sarah Perez ha fatto un bellissimo pezzo su TechCrunch sui cambiamenti di Twitter per le app terze parti. Leggi, ché c’è dentro tutto.

Inizia così:

It’s hard to be a fan of Twitter right now. The company is sticking up for conspiracy theorist Alex Jones, when nearly all other platforms have given him the boot, it’s overrun with bots, and now it’s breaking users’ favorite third-party Twitter clients like Tweetbot and Twitterific by shutting off APIs these apps relied on. Worse still, is that Twitter isn’t taking full responsibility for its decisions. [link]

(Chiedo scusa agli amici del Post per il titolo.)


Matteo Scandolin

È nato a Venezia nel 1982, vive a Milano. Scriveva racconti, poi s'è accorto che si divertiva di più ad aiutare gli altri a scriverli. Ogni tanto aggiorna il suo sito, Grandi speranze. Assieme a un altro paio di amici ha fondato inutile nel 2005. Su Twitter è matteoscandolin.