Un racconto bellissimo di Kate Reed Petty, tradotto da Elisa Sottana e pubblicato questa settimana su inutile.