Facebook e i voti

In una mossa geniale, Facebook si allontana da qualsiasi tentativo di serietà e decide che saranno gli utenti a valutare l’affidabilità delle fonti. Sappiamo già come andrà a finire.

Di contro, e in fin dei conti in linea con quanto sta già tentando (a volte male, a volte meglio) di fare, Twitter continuerà le partnership con associazioni non governative di giornalismo, proprio per garantire ai propri utenti un’esperienza il più possibile libera da notizie false, allarmismi, e tutte quelle cose orrende che vediamo succedere online tutti i giorni.