Non crederete mai a quello che sta succedendo nelle città americane dopo che Amazon ha pubblicato a inizio settembre un bando per la scelta della città in cui aprire un secondo quartier generale negli Stati Uniti.

Praticamente ogni sindaco di ogni città americana ha risposto all’appello. Anche se attualmente le candidature ufficiali sono 230.

Le proposte per attirare la compagnia di Seattle nella propria città, che come descritto dal bando verranno valutate anche per la loro originalità, vanno dalla detassazione per 2 miliardi di dollari e la costruzione di uno stadio di Chicago, alla fornitura di sandwich per i dipendenti di Pittsburgh.

Assoluto diritto di menzione hanno anche Tucson che regala a Bezos un cactus di sei metri e mezzo (?) e una cittadina della Georgia che promette di delimitare un’area grande poco più di un chilometro quadrato per creare un’altra città e chiamarla Amazon. Anche se pare che il consiglio comunale abbia votato contro.

Amazon deciderà l’anno prossimo e fino ad allora ci si aspettano altre proposte di calibro sempre più alto. In tutti i sensi.