Twitter sospende per una settimana l’account di Alex Jones

Dopo che ha twittato di prepararsi a prendere le armi contro i giornalisti: è incitamento alla violenza!, allora ha violato i nostri termini di servizio!, diamogli una punizione esemplare!

[…] a spokesperson for the company confirmed that Jones’ account is in “read-only mode” for up to seven days. [link]

Ci stanno prendendo in giro, e alla grandissima.

Jack Dorsey non ci arriva

Dopo la rimozione dei contenuti di InfoWars sulle piattaforme di Apple, YouTube e Facebook (anche se in alcuni casi più che rimozione è meglio parlare di de-indicizzazione), l’ultima grande piattaforma su cui le teorie complottiste e le sparate quotidiane e violente di Alex Jones rimangono è Twitter. Secondo Jack Dorsey, CEO di Twitter, i contenuti di InfoWars non violano i termini di servizio, e nel caso lo facessero, l’azienda agirebbe di conseguenza.

CNN ha fatto notare loro che, be’, di violazioni alle loro stesse regole Alex Jones e InfoWars ne han fatte parecchie. Twitter ha risposto in maniera diversa nel corso degli ultimi giorni: Dorsey ha chiamato a raccolta i giornalisti, dicendo che è loro compito dimostrare che le teorie complottiste di Jones non stanno in piedi (spoiler: no, non è compito loro). Il responsabile per la sicurezza della piattaforma sostiene che se InfoWars non avesse già cancellato i tweet incriminati mostrati da CNN, avrebbe chiesto che venissero eliminati, e che se venissero pubblicati oggi sarebbero effettivamente violazioni dei termini di servizio.

La questione è semplice: a Twitter non interessa mettere un freno agli account violenti, che siano di complottisti di destra o di nazisti o stalker vari. Forse perché pensano che la gente “normale” voglia assistere a queste epiche battaglie tra il bene e il male? Forse perché hanno paura di perdere molti utenti di destra, dovessero effettivamente attuare una politica di repressione dell’odio? Qualsiasi sia il motivo, stanno trascurando la sicurezza e la stabilità della loro piattaforma. Prima o poi perderanno del tutto il controllo, o – tanto per cambiare – cambieranno i vertici. E gli utenti che usano Twitter per scoprire contenuti interessanti e dialogare con persone che non ti ringhiano dietro, be’, prima o poi ce ne andremo anche noi.

Those videos were not the only content CNN found in its review of Jones’ and InfoWars’ Twitter accounts that suggest the social media platform’s statements about its stance are incorrect, or that its rules are not being applied to Jones and InfoWars.
Content that appears to violate Twitter’s rules appears over and over again in the hundreds of hours of video available on the accounts that Jones and InfoWars maintain on Twitter and Periscope, a livestreaming video service that Twitter owns. Jones has repeatedly degraded individuals of the Muslim faith. He has attacked people on the basis of gender identity. And he has engaged in the harassment of individuals. [link]

Patreon ha comprato Memberful

Patreon, la piattaforma per sostenere economicamente i propri artisti, ha comprato Memberful, un sistema per gestire le sottoscrizioni (una cosa simile, ma migliore, a quanto usiamo oggi su inutile: e devo dire che il pensiero di cambiare sistema m’è venuto).

At Patreon, we’re building a world-class membership platform that enables creators to own the relationship with their fans. We feel that creators should decide how and when they engage with their fans, where they build their community, and how they run their business. And, for some creators, that also means managing a fully branded membership program on their own website. That’s why, today, we’re thrilled to announce that we have acquired Memberful, adding a self-service white label membership solution to our growing product portfolio. [link]

Tempo di cambiare i vertici di Facebook

È che non si può fare, per via della struttura societaria di Facebook stessa. E poi diciamocelo: per toglierlo da lì bisognerebbe che facesse del male all’azienda e agli investitori. Ma a parte bruciare 120 miliardi in un giorno solo, Facebook è in crescita costante da praticamente sempre. Vediamo cosa succederà con i prossimi risultati trimestrali, ma temo che tutto quello che potrebbe cambiare sono i nomi ai vertici: l’idea di base di Facebook, prendere i tuoi dati e usarli per arricchirsi, rimarrà identica.

Nonostante questo, il pezzo di Natasha Lomas è un bel pezzo.

Le videocamere Arlo fuori uso per un blackout

Ops. Alla faccia della sicurezza.

Arlo security camera owners haven’t had the most reliable coverage this weekend. The Netgear-linked brand has confirmed a service outage that knocked many cameras offline starting in the late afternoon on August 4th. Customers faced “intermittent login errors” that either prevented them from signing in or wouldn’t let them watch motion detection recordings. Others couldn’t watch live streams or connect in the first place. [link]

(Al netto delle battute: gli incidenti capitano a chiunque. È che l’hype sulla domotica e simili è alto e noi non siamo convinti.)

Apple, YouTube, Facebook rimuovono i contenuti di InfoWars

Non sono mai stato un esperto di InfoWars, ma: è una cricca di complottisti razzisti di estrema destra, americani, che prolifera su diverse piattaforme. Apple ha rimosso cinque dei loro sei podcast, e subito dopo YouTube ha chiuso i loro canali e Facebook le loro pagine. (Nota bene: è rimasta l’app di InfoWars sull’App Store di Apple.)

I complottisti razzisti stanno gridando alla censura e alla libertà di idee, ma quello che dimenticano sempre è che uno può avere le idee che vuole, ma dev’esser pronto anche a pagarne le conseguenze, eventualmente. Se passo le mie giornate a offendere su basi inesistenti la gente e poi la gente mi querela, be’, ha ragione.

Non vorrei, comunque, trovarmi al posto di Apple o YouTube o anche Facebook. Credo che la decisione sia giusta dal punto di vista etico, ma avrà diverse ripercussioni.

Some of the world’s largest social media and tech companies kicked Alex Jones and his conspiracy-theory driven show, InfoWars, off their platforms on Monday after months of hand-wringing about how to handle a personality who claimed he was delivering news but didn’t deal in facts. [link]

Essere allontanati da AirBnB e non saper perché

The part that’s especially poetic to me is that AirBnB touts a firm brand message of community and connectedness with their “Belong Anywhere” campaigns but the frightening reality is that any individual user is completely disposable, without a shred of appeal to due process. I’m really thankful that I wasn’t reliant on AirBnB income like so many of my friends. [link]

Sostituisci ad AirBnB un qualsiasi altro monopolio (Amazon, per dire) e il messaggio rimane uguale.

Uber e i propri conducenti

Che nello stato di New York devono essere assunti dalla società, e non essere considerati “contractors”.

Though the decision only applies to the three drivers and to “similarly situated” drivers, it could have larger ramifications for the gig economy. Namely, if full-time gig workers continue to be deemed employees, companies like Uber, Postmates, and Rover could be forced to pay more benefits. [link]

Google Translate e le profezie cupe

L’articolo è di più di dieci giorni fa, quindi speriamo che la situazione sia stata risolta. Ma per un po’ Google Translate offriva delle traduzioni bislacche, per usare un eufemismo:

Type the word “dog” into Google Translate 19 times, request that the nonsensical message be flipped from Maori into English, and out pops what appears to be a garbled religious prophecy.

“Doomsday Clock is three minutes at twelve,” it reads. “We are experiencing characters and a dramatic developments in the world, which indicate that we are increasingly approaching the end times and Jesus’ return.” [link]

Non si tratta di qualche entità celeste che cerca di avvertirci, però: semplicemente, il sistema ha fatto confusione.

Scampoli di coscienza nel caso Gamergate

Il fondatore del subreddit che ha dato il via al Gamergate (una delle cose più brutte successe pubblicamente in internet negli ultimi anni) ha chiuso il subreddit, dicendo esplicitamente che le cose sono decisamente sfuggite di mano. Son passati quattro anni, ma apprezziamo il gesto.

Il Guardian guadagna di più dal digitale che dal cartaceo

Per il momento lo scarto è di un milione di sterline, non uno stacco incolmabile: ma è sicuramente una cosa impensabile fino a pochi anni fa.

The Guardian’s parent company now earns more money from its digital operations than from its print newspapers for the first time in its history, aided by increased support from readers making online contributions.
Guardian Media Group (GMG), which also owns the Observer, said it had a total of 570,000 members who give regular financial support to the organisation, up from 500,000 at the end of last year. Income was further boosted by 375,000 one-off contributions from readers in the past 12 months. [link]

Cosa succede quando il computer che dovrebbe tenerti in vita è il motivo per il quale vieni arrestato?

Un uomo di 59 anni è stato arrestando per aver tentato di frodare l’assicurazione incendiandosi casa, grazie ai dati registrati dal suo pacemaker. Una cosa affascinantissima.

Compton’s case breaks a new barrier—flesh. While you can delete your Facebook account or leave your Fitbit at home if you’re going somewhere you’d rather not be tracked, you can’t simply turn off your pacemaker. Not only does deactivating a pacemaker require a doctor, in some cases doctors actually refuse. What happens when privacy violations are committed by devices inside of us, devices that we can’t just turn off via settings? [link]

La ritirata di Ofo

Nell’attesa di trovare un bell’articolo che riassuma in maniera decente la situazione delle biciclette a noleggio (specialmente quelle a flotta libera), intanto: Ofo chiude le operazioni in diversi mercati (tra cui qui vicino: Austria e Germania), e qui in Italia smette di operare a Varese e si concentra su Milano.

Mobike’s deep pockets increase the pressure on Ofo. Ofo needs to find a sustainable business model to become a viable independent company in the long term. “It has an impact on international markets, but also on the internal organization in China,” Kennel said. [link]

Per quel che vale, trovo le biciclette fornite da Ofo migliori delle Mobike standard (quelle piccole).

Il ritorno di No Man’s Sky

No Man’s Sky è una bestia affascinante, soprattutto per me che non gioco. Un universo in continua espansione, un’esperienza il cui scopo principale è l’esplorazione. Sulla carta bellissimo, e difficile da gestire: e infatti non è andato proprio benissimo.

Adesso arriva un aggiornamento che, oltre a rendere disponibile il gioco per Xbox, dovrebbe migliorare un po’ le cose. Ai giocatori il giudizio sul tutto: per me rimane un concetto davvero affascinante, e poco altro.